FONDELLI DA BICI

come orientarsi nella scelta

FONDELLI DA BICI

Ogni ciclista sa che la parte fondamentale dell’abbigliamento da bici è il fondello, la scelta giusta eviterà punti di pressione scoperti, fastidiosi sfregamenti o peggio ancora dermatiti da contatto.

Trovare la salopette o i pantaloncini perfetti è davvero difficile, per questo abbiamo incontrato Andrea Fortolan che dal 2000 si occupa dello sviluppo e della selezione dei “fondelli/soprasella” per Pella sportswear.

Andrea oltre ad essere un ciclista è un ingegnere laureato in chimica ambientale che conosce perfettamente l’importanza di utilizzare il giusto tessuto, con i giusti finissaggi per evitare i problemi sopra elencati.

Andrea, come sviluppate/scegliete i fondelli delle salopette in Pella sportswear?

Andrea: Prima di tutto ci avvaliamo dell’enorme mole di informazioni raccolte in 38 anni di attività, abbiamo infatti un data base con tutte i riscontri avuti dai nostri clienti relativi ai vari fondelli utilizzati.

Valutiamo poi ciò che il mercato offre in termini di nuovi tessuti, nuove tipologie di imbottiture (schiume) e nuovi finissaggi. Scegliamo le soluzioni che sembrano essere più idonee e con alcuni fornitori di fiducia creiamo i primi prototipi che vengono testati da atleti di diversi livelli. Raccolte le loro opinioni procediamo ad una revisione del fondello e questo processo (raccolta opinioni e revisione) non si arresta fintanto che non avremo raggiunto il risultato desiderato.
  

Quale forma, quali materiali e quali finissaggi utilizzate per i vostri fondelli? 

Andrea: Sempre grazie al database di cui parlavo prima studiamo la forma in base alla macro area a cui è destinata (un cliente asiatico ha una corporatura diversa rispetto ad un cliente americano) ed in base alla disciplina (strada, mtb, gravel etc.).

La forma deve seguire l’anatomia del corpo e deve ridurre al massimo l’attrito con la sella, in 38 anni abbiamo avuto modo di affinare i nostri “fondelli / soprasella” e posso affermare senza dubbio di poter suggerire ai nostri clienti una soluzione idonea a qualsiasi forma di attività ciclistica, basti pensare che abbiamo a disposizione circa 40 “fondelli / soprasella” diversi tra di loro.

Per quanto riguarda la scelta dei materiali seguiamo questo iter:

- scelta della schiuma in base all’attività svolta (fino a 3h, da 3 a 6h, più di 7h). Densità, spessore, traspirazione e memoria (capacità di tornare alla forma iniziale) della schiuma sono la chiave per lo sviluppo di un prodotto idoneo a soddisfare i ciclisti più esigenti.

-scelta del tessuto a contatto pelle che deve avere quattro caratteristiche fondamentali:
avere proprietà batteriostatiche per evitare la proliferazione di batteri
aver subito un trattamento idrofilo (in sostanza assorbire molto rapidamente il sudore)
asciugarsi velocemente
essere resistente all’abrasione (visto il costante sfregamento a cui è sottoposto)

Che cosa occorre valutare per fare la giusta scelta del fondello? 

Andrea: Dobbiamo ricordare che quando pedaliamo entrano in contatto tra di loro la sella, il pantaloncino, il fondello e la zona perineale del ciclista pertanto occorre prestare attenzione a diversi aspetti:

- il fondello deve avere una forma anatomica

- le donne hanno le ossa del bacino più distanziate pertanto devono utilizzare dei fondelli dedicati

- schiuma e tessuti con cui è realizzato devono avere le caratteristiche precedentemente elencate

- il fondello va scelto in base alla disciplina praticata, ad esempio la posizione su una bici MTB è completamente diversa dalla posizione su di una bici da strada, per questo il fondello da strada ha un’imbottitura più concentrata nella parte frontale e centrale, perchè la pressione è maggiore nella parte frontale e più stretta della sella. Un fondello per mountain bike invece ha una forma con imbottitura più concentrata sul retro in quanto il peso del corpo del ciclista si mantiene più indietro sulla sella e la pressione è concentrata sulle ossa ischiatiche.

- fondelli/schiume idonei alla durata delle uscite

- lavare il fondello subito dopo averlo acquistato ed in seguito ad ogni utilizzo (seppur breve) seguendo con attenzione le indicazioni di lavaggio. A tal proposito suggerisco di evitare completamente l’utilizzo di ammorbidenti che tendono a deteriorare le schiume/imbottiture e consiglio detergenti dal ph neutro e non aggressivi.

- scegliere una taglia di pantaloncino adeguata, consiglio una taglia attillata di modo che il fondello sia aderente al corpo (senza costringere troppo)

- il deteriorarsi delle schiume del fondello può comportare grossi problemi pertanto verificate lo stato del fondello dopo un elevato numero di km complessivi di utilizzo

- acquistate la sella giusta affidandovi al vostro negoziante di fiducia

- la posizione in sella gioca un ruolo importante pertanto anche in questo caso affidatevi al vostro negoziante di fiducia oppure ad un centro biomeccanico

- ultimo ma non ultimo non usate capi di abbigliamento intimo sotto al pantaloncino

Naturalmente io ed i miei colleghi siamo a totale disposizione del cliente per affiancarlo nella scelta chiarendo ogni eventuale dubbio.

Grazie per l’esaustiva spiegazione

Andrea: Grazie a voi per l’opportunità, arrivederci a presto

Condividi

Lascia un commento

Stai commentando come ospite.